Frittelle veneziane

La storia racconta che le frittelle nel 1600 venivano prodotte solamente dai “Fritoleri” che formarono pure un’associazione

composta da 70 di loro che esercitavano nei vari sestieri della città con la massima esclusività.

La storia racconta che i fritoleri fossero soliti impastare le frittelle, fatte con uova, farina, zucchero, uvetta e pinoli, su grandi

tavolate di legno. Poi dopo averle fritte con olio, grasso di maiale e burro venivano cosparse di zucchero e messe in mostra

con accanto gli ingredienti usati in, questo per sottolineare la genuinità del prodotto.

1670081131

Questa associazione durò fino a alla caduta della Repubblica ma quest’arte di produrre le frittelle scomparve dalla città

solamente alle fine de 1800.

 

Il ristorante Poste Vecie vuole far rivivere l’epoca dei Fritoleri proponendo per tutto il periodo del Carnavale di Venezia

 

le frittelle veneziane accompagnate da un’ottimo passito veneto.

 

Vi aspettiamo.

 

Come preparare le frittelle veneziane

Preparazione:

Fate bollire mezzo litro di acqua e continuando a mescolare aggiungete la farina. Poi aggiungete il burro, la buccia

grattugiata del limone, lo zucchero, pizzico di sale e la vanillina.

Quando tutto sarà amalgamato, togliete dal fuoco e aggiungetevi le uova intere. Fate friggere nell’olio bollente a cucchiaiate

(è importante che sia molto caldo) e, una volta raffreddate , spolverate con lo zucchero.

Ricetta per farle leggerissime, profumate e morbide morbide.

 

Frittelle Veneziane al ristorante Poste Vecie

Share on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on FacebookEmail this to someonePrint this page